Le spezie: potenti alleati della nostra salute

Le spezie orientali, come curcuma, zenzero, pepe, cannella sono ormai immancabili nelle nostre cucine, il  loro successo è certamente dovuto al gusto e ai colori, capaci di impreziosire molte ricette, ma si sente sempre più spesso parlare di spezie e proprietà benefiche delle quali sono portatrici. Esse si presentano in diverse forme: macinate, ottenendo in questo modo un sapore più intenso, fresche, come lo zenzero, che si può utilizzare affettato o grattugiato, oppure anche intere, come avviene per i baccelli di vaniglia o le bacche di cardamomo; ma analizziamone più da vicino le caratteristiche.

Curcuma

Secondo recenti studi, la famosa spezia di origine indiana è in grado di rinforzare il nostro organismo e il sistema immunitario. La curcumina, prezioso antiossidante, aumenterebbe i livelli di una proteina che regola la risposta immunitaria innata fondamentale per proteggere l’organismo dall’attacco di virus, funghi e batteri ;inoltre aiuta prevenire il cancro aumentando in modo naturale l’effetto benefico della chemioterapia nel trattamento di dei tumori; contrasta l’azione dei radicali liberi e rallenta così i processi di invecchiamento; è utile per prevenire e combattere l’artrite reumatoide e ha anche proprietà antinfiammatorie, antisettiche e antidolorifiche. Per aumentarne la biodisponibilità è bene assumerne un cucchiaino tutti i giorni insieme al pepe in aggiunta ai condimenti delle nostre pietanze.

Zenzero

Le virtù dello zenzero sono a dir poco straordinarie; esso favorisce la digestione ed aiuta l’organismo a depurarsi. È perfetto per la preparazione di tisane da assumere per la cura e la prevenzione di mal di gola, raffreddore e influenza. Studi scientifici ne hanno dimostrato l’efficacia come antidolorifico in caso di artrite. Contribuisce inoltre a ridurre i gonfiori e i stati di ritenzione idrica. Lo zenzero inoltre migliora la digestione delle proteine e dei carboidrati, e si rivela un potente antiemetico in caso di nausea.

Pepe

Oltre ad impreziosire gli alimenti, il pepe contribuisce a prolungarne la conservazione e può essere d’aiuto per regolarizzare le funzioni digestive migliorando l’assorbimento di molti nutrienti. In effetti, se consumato senza abusarne, il pepe fa bene allo stomaco e al fegato  per chi ne apprezza le virtù culinarie . Il pepe nero, tra tutti è il più piccante e aromatico; in esso spiccano sostanze quali potassiofosforoferrocalcio e niacina. Oltre che come condimento, il pepe è usato come stimolante gastrico e nervoso, ed esternamente come insetticida. Con la sua piperina è dotata di proprietà fitoterapiche interessanti, sfruttate prevalentemente negli integratori dimagranti, i cosiddetti “termogenici”.

 

Cannella

 

I motivi per aggiungere un pizzico di cannella nella nostra alimentazione e nella preparazione delle tisane sono tanto numerosi quanto le sue proprietà benefiche. La cannella regola il livello degli zuccheri nel sangue, combatte il raffreddore, la nausea, i virus intestinali e i dolori mestruali; è, inoltre, una buona fonte di manganese, ferro e calcio. Migliora la memoria ed è un alleato prezioso contro il raffreddore e il mal di gola. Le sono state attribuite anche proprietà anticancro. La cannella è infinitamente versatile: funziona con piatti dolci e salati pertanto se ne consiglia un uso quotidiano nella preparazione o in aggiunta a diverse pietanze.